Eco Log

yes we can!


Lascia un commento

Cellulare Green

Sara’ colpa della moda green/ethical del nuovo millennio o decennio,  ma a volte  l’ecologia e il business delle tacnologia possono coniugarsi:  è così che tra un milione di nuovi modelli ‘inquinanti’ il colosso Samsung, in cooperazione con la lungimirante Vodafone (vedi post sul riciclo dei cellulari),  lancia il cellulare biodegradabile!!

Si chiama Blue Earth ed e’ realizzato con plastica riciclata (PCM), estratta dalle bottiglie dell’acqua, e alimentato ad energia solare.

Blue Earth e’ disponibile a partire dal 16 novembre 2009 nei punti vendita Vodafone e sullo shop online di Vodafone.

Tra le funzionalità piu’ innovative anche ‘Eco walk’ un software creato ad hoc che permette di contare i propri passi con un contapassi integrato, calcolando la riduzione nelle emissioni di CO2 conseguita grazie allo spostamento a piedi invece che con trasporto motorizzato.

Blue%20Earth%20%28S7550%29%20Recycle%20%28Large%29.jpg Blue%20Earth%20%28S7550%29%20Water%20%28Large%29.jpg Blue%20Earth_%20fronte%20%28Large%29.jpg Questa funzione esclusiva permette di calcolare anche il valore della propria impronta ecologica, con indicazione del numero di alberi salvati.

Il costo e’ 299 euro (online shop) ma si tratta di un telefonino che oltre ad essere Eco e’ anche di ultima generazione e dispone di touch screen, Wi-Fi, GPS integrato., fotocamera a 3 Megapixel.

Annunci


Lascia un commento

Ricicliamo i Vecchi Cellulari con Vodafone

Cosa possiamo fare dei vecchi cellulari che non vogliamo conservare come reliquia o per il nostro personale museo della tecnologia?

Vodafone Italia si e’ impagnata a partire dal 2000 (!) nella “raccolta telefoni, batterie e accessori” con l’obiettivo di sensibilizzare la comunita’ sulla corretta gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici e ridurre i danni derivanti da una loro dispersione nell’ambiente. L’iniziativa e’ in accordo con la direttiva europea RAEE (2002, 96, CE) sull’argomento.

E’ possibile portare i propri cellulari esausti in uno degli 800 negozi Vodafone One a livello nazionale e gettarli nell’apposito bidone.

link Vodafone

Secondo quanto dice la Primatech, partner di VF nel progetto ”ogni telefono raccolto, viene riusato o riciclato nella maniera più corretta contribuendo, allo stesso tempo, al progetto di costruzione dei pannelli nelle scuole’


Lascia un commento

Giornata M’illumino di meno 12 Febbraio 2010

Anche quest’anno si celebra la giornata del risparmio energetico.
Ai mercati traianei a roma si farà un concerto a impatto sero, con trasmissione on site della trasmissione che ha lanciato l’iniziativa: Caterpillar (RADIO2)

DECALOGO

Buone abitudini per il 12 febbraio (e anche dopo!)

1. spegnere le luci quando non servono

2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici

3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola

5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre

6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria

7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne

8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni

10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

E ricordati di spegnere tutte le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili venerdì 12 febbraio alle ore 18.00!

SITO: http://milluminodimeno.blog.rai.it/liniziativa/

SU FACEBOOK: http://www.facebook.com/home.php?#/event.php?eid=217801230058&ref=mf


Lascia un commento

Azienda agricola Sansoni

La azienda agricola Sansoni si trova sulla Cassia vicino Nepi

E’ possibile visitarla per vedere in che condizioni vivono gli animali

Io ci sono stata qualche mese fa e ho potuto costatare che tutti gli animali e in particolare le mucche, che sono allevate per la macellazione, sono liberi di pascolare nei prati e sotto tendoni con mangiatoie e sono accudite con cura.


La azienda produce anche alcuni prodotti caseari che come Sansoni mi ha spiegato sono prodotti con latte acquistato all’esterno (per un discorso di quote latte).

I prodotti si possono acquistare direttamente visitando l’azienda oppure online:

Il sito della azienda e’ http://www.aziendaagricolasansoni.it

e a questa pagina si puo’ fare l’ordine:

http://www.aziendaagricolasansoni.it/index.php?page=ordina

Olivia Labate, moglie del sansoni puo’ essere contattata per maggiori informazioni via email: labate.olivia@alitalia.it

Se non siete ancora pronti o semplicemente non volete diventare vegetariani la carne della azienda Sansoni e’ un ottima alternativa


1 Commento

Detersivi ‘alternativi’ e fai da te per la casa

Ecco una raccolta di indicazioni per soluzioni alternative per tutte le pulizie, per iniziare bene il 2010 !!

Gli ingredienti fondamentali per preparare questi detersivi sono(non insieme)

  • Bicarbonato
  • Aceto
  • Limone
  • Acqua

SPRUZZATORE CON ACQUA E ACETO:

Diluire a scelta il 20%, 30% o 40% di aceto in restante acqua. Per 500 ml: 20% = 100 ml di aceto in 400 ml di acqua 30% = 150 ml di aceto in 350 ml di acqua 40% = 200 ml di aceto in 300 ml di acqua Se l’acqua di rubinetto è troppo calcarea è meglio usare l’acqua distillata. Eventualmente usa l’aceto di mele che ha un odore più gradevole. Attenzione: non utilizzare su marmo e pietre, legno, cotto e tutte le superfici sulle quali è sconsigliato l’uso di sostanze acide.

SPRUZZATORE CON ACQUA E BICARBONATO:
Sciogliere al massimo 48 g di bicarbonato in 500 ml d’acqua. Agitare sempre prima dell’uso. Il bicarbonato è igienizzante, sgrassante e assorbe gli odori.

CREMA DETERGENTE “fai da te”:
Miscelare bicarbonato con detersivo piatti fino ad ottenere una pappetta semi-liquida (della consistenza del Cif).
Esercita un’azione leggermente abrasiva. Si può usare quindi per il lavello di cucina o per sanitari particolarmente sporchi. Utile anche per le pentole bruciate.

DETERSIVO GENERICO E PER I VETRI “fai da te”:

Per 500 ml servono: – 100 ml di alcool per liquori * – 400 ml di acqua ** – 8-10 gocce di detersivo per piatti – qualche goccia di olio essenziale a scelta ( 5 gocce o poco più). Miscelare il tutto in uno spruzzatore. * l’alcool alimentare bianco è inodore e ottimo per questo detersivo, ma di costo elevato. Potete usare anche l’alcool denaturato (rosa), se non vi dà fastidio l’odore. ** usare acqua distillata se l’acqua di rubinetto è troppo calcarea (quest’ultima potrebbe lasciare aloni di calcare su superfici più delicate e brillanti, come vetri e acciaio)

PAVIMENTI:
Per lavare i pavimenti si puo’ usare  1 bicchiere di aceto in acqua calda.

Per la polvere una alternativa alle velette elettrostatiche e’ un panno in microfibra.

PARQUET:


Si puo’ lavare il parquet con acqua calda e panno in microfibra ben strizzato oppure con acqua calda con un po’ di aceto e panno in microfibra o in altrernanza acqua calda con pochissimo detersivo per pavimenti (meglio se ecologico) e panno microfibra

VETRI:

  • Acqua calda e aceto o lo spruzzino all’ACETO (semplice ed efficace) oppure
  • PULIVETRI  “fai da te”
  • Fogli di giornale (quotidiano) accartocciato e acqua; L’inchiostro del giornale fa risplendere il vetro.

BAGNO e SANITARI – WC

Per pulire le superfici in bagno e i sanitari si puo’ usare la Crea Detergente ‘fai da te’

Per il WC si puo’ usare lo spruzzino al BICARBONATO

Per disincrostare lo spruzzino all’ACETO o l’ACIDO CITRICO


1 Commento

Detersivo per i piatti ‘alternativo’ fai da te

In giro per la rete ho trovato la seguente  ricetta per fabbricare un detersivo per i piatti alternativo a quelli industriali e ottimi consigli per lavare i piatti…

Da provare per iniziare bene il 2010!

DETERSIVO PER I PIATTI (a mano e in lavastoviglie)
Ingredienti: 3 limoni, 400 ml di acqua, 200 gr di sale, 100 ml di aceto bianco

Istruzioni:

Tagliare i limoni in 4-5 pezzi togliendo solo i semi, frullarli con un mixer insieme ad un pò di acqua e al sale

Mettere la poltiglia in una pentola, aggiungere tutta l’acqua e l’aceto e far bollire per circa dieci minuti girando con una frusta perchè non si attacchi.

Quando si è addensato e un po’ raffreddato mettere in vasetti di vetro e usarne due cucchiai
da minestra per la lavastoviglie e a piacere per i piatti a mano.
E’ anche un ottimo anticalcare per il lavello e la stufa soprattutto se sono in inox.
Si puo’ aggiungere un po’ di detersivo (possibilemente ecologico) per piatti a mano, se i piatti da pulire sono unti (per togliere il grasso, infatti, ci vogliono i tensioattivi).

LAVASTOVIGLIE:

In lavastoviglie come detersivo si possono usare due cucchiai di detersivo ‘fai da te’ appena descritto.

Meglio evitare del tutto il BRILLANTANTE  tradizionale. In alternativa si puo’:

Riempire la vaschetta del brillantante di aceto (o una soluzione al 15% di acido citrico – 100 ml di acqua e 15 g di acido citrico) e regolare la relativa manopola graduata sul numero più alto.

L’ACIDO CITRICO si compra in drogheria o farmacia (acido citrico anidro puro – ha effetto anticalcare, disincrostante, ammorbidente,brillantante, è l’acido che si trova nel succo di limone, se proprio non lo trovi, usa dei pezzi di limone e spremili).

E’ bene controllare spesso il livello del sale e pulire il filtro ogni due settimane.