Eco Log

yes we can!


Lascia un commento

S.O.S. Parchi urbani: Santa Maria della Pietà

Ogni quartiere dovrebbe avere un parco e Monte Mario a Roma avrebbe il parco di Santa Maria della Pietà. Potrei dire ‘ha’ invece dico ‘avrebbe’ perché nonostante tutte le campagne come ‘il tuo quartiere nn e’ una discarica’ il parco di Santa Maria lo e’.
il primo colpo e’ arrivato con la malattia delle palme, poi ce stata la grande nevicata e i potenti mezzi del sindaco hanno tagliato tutti gli alberi: peccato che abbiano abbandonato i rami tagliati sotto gli alberi stessi,

Cumuli di rami tagliati e abbandonatie che nessuno – nonostante le guardie all’ ingresso – controlli che la gente nn adoperi il parco come discarica: in uno slargo troviamo materassi, armadi perfino un divano! discarica abusiva nel parcosembra che questo rigido inverno abbia causato la morte perfino della grande fontana dove solo lo scorso anno nuotavano pesci e girini e fiorivano perfino le ninfee!

A questa devastazione si somma la abituale incuria: nessuna aiuola e’ stata seminata o innaffiata negli ultimi anni, i padiglioni in disuso dell’ex manicomio si disfanno i n mezzo alle aiuole abbandonate. tutta questa desolazione in un luogo che ha gia visto nel passato tanta sofferenza e che dovrebbe rssere un luogo di rinascita e’ davvero sorprendente se si pensa che alcuni padiglioni sono addirittura uffici del municipio! gli abitanti del quartiere lo amano e rivendicano il loro diritto al parco continuando a passeggiare correre e
riposarsi nei via letti e sulle panchine meno rotte, di fronte alla fontana senza acqua aspettando il giorno della rinascita. Se non ora quando?la fontana senza acqua

Annunci


Lascia un commento

Rivoluzione verde nel quartiere!

questa mattina sono scesa in strada e ho trovato un gruppo di persone che piantava alberi nell’aiuola triste al centro della carreggiata: da mesi e’ stata costruita e lasciata incolta : in mezzo piantati solo cartelloni pubblicitari di tutte le grandezze: ne ho contati 10! ma oggi la rivincita: persone con zappa e vanga stanno piantando alberi nella aiuola: 2 quercie, un ex albero di natale , cespugli di bosso un aiuole di fiori! uomini donne bambini partecipano c’e’ anche una cesta di cavoli cappucci gratis in distribuzione x chi passa a vedere e dare una mano, un signore distribuisce i volantini che spiegano l’iniziativa: e’ della sezione locale del pd insieme ad una cooperativa che ha raccolto gli alberi; il signore e’ un po’ preoccupato che qualcuno rubera’ le piante , io gli dico che se le rubano ne pianteremo ancora come fanno a Parigi con i Velo’ – questa e’ una guerra – penso a guerriglia garden ing – gli alberi sono importanti e piantarne invece di abbatterli e’ incredibilmente ancora un gesto rivoluzionario. In realtà sono ottimista. Vederli piantare una mattina nel proprio quartiere e’ davvero un buon motivo per uscire di casa ed essere fiduciosi … soprattutto sommato al fatto che sabato scorso dopo tre anni hanno messo
i cassonetti della differenziata sotto casa…. miracolo!!!!

20120310-161430.jpg