Eco Log

yes we can!


Lascia un commento

Farewell / Un Saluto

img_20161128_232225

Sabato abbiamo fatto una magnifica gita in MTB nei dintorni di Manziana.
L’autunno e la giornata di sole esaltavano la natura nella sua bellezza maestosa: il bosco di querce i campi a perdita d’occhio la terra nelle sue colline
Perdersi nei sentieri era una gioia …una perfetta armonia…. interrotta solo dagli spari.

Si gli spari.

Perché intorno a noi a godersi la natura c’erano anche loro: i cacciatori!
Che uno possa passare la domenica ( ma anche tutti gli altri giorni) a sparare agli animali è una cosa che non capisco, una cosa che mi sembra aberrante come andare al centro commerciale a sparare alla gente. Voi direte che sto esagerando ma per me è lo stesso: uccidere gli altri esseri umani è vietato ma viene ancora consentito sparare agli animali. E giù corrono a sfogarsi quelli che vorrebbero tanto sparare al prossimo.
Del resto la società tollera altre valvole di sfogo come picchiare la gente allo stadio con spranghe di ferro o bottiglie incendiarie.
Quando abbiamo imboccato un sentiero a un certo punto siamo stati invitati a tornare indietro da due uomini giovani su una jeep: erano scesi x chiudere un cancello : mi sono affacciata nella loro macchina perché ho visto che dentro c’erano due cinghiali

…per salutarli…

…ciao cinghiali…

ma non si muovevano, neanche un verso e il dorso non si alzava ne si abbassava: erano morti.
Ecco: i due gentili signori civili e cordiali avevano appena ucciso i cinghiali e li stavano portando via nel bagagliaio: e io ho pensato: perché non posso rendergli giustizia?! Due cinghiali innocenti sono stati uccisi e io non posso denunciare gli assassini, mentre se fossero due persone  quelli non potrebbero andare in giro così a testa alta con il loro cadavere in macchina!
La società degli uomini ha stabilito le regole e tra le regole c’è che gli animali, i cinghiali più che mai, possono essere uccisi. Per sport, per divertimento. Una volta potevano essere uccise anche le donne… potevano essere picchiate, anzi possono essere picchiate.
Ha fatto notizia in questi giorni un programma televisivo della TV marocchina in cui una moderna conduttrice con fare amichevole spiegava alle donne , come Clio spiegherebbe a fare lo Smokey eyes, con tanto di modella live, come truccarsi per coprire le ecchimosi delle botte.
È lo stesso mondo, questo, e allo stesso modo le società umane si rassicurano  su quello che è ‘normale’ come se fosse naturale e giusto. In realtà le regole che le società umane si sono date sono solo arbitrarie e il più delle volte ingiuste, ancora mille miglia lontane dalla civiltà.
Alla gente viene data la carne in fantasiosi e appetitosi panini colorati o servita su piatti di ceramica preparati da grandi chef, ma a nessuno viene fatto vedere da quale sofferenza è nata.
Se i mattatoi avessero pareti di vetro…ma non ce le hanno. Su YouTube però ci sono molti documenti che testimoniano sulla sofferenza degli animali nella società umana. Hanno di sicuro meno like di Miley Cirus ma sono disponibili per chi è disposto a non distogliere lo sguardo.

Questa è una battaglia per i diritti dei più deboli, e in questo mondo i più deboli sono loro.

I maiali, i polli, gli agnelli, le mucche sono imprigionati e condotti ogni giorno al macello, più docili dei loro fratelli selvatici. Cinghiali , cervi, quaglie e lepri, questi ultimi non sono certo al sicuro nei loro sempre più stretti lembi di habitat naturale circondati e strangolati dalle città, dalle aree industriali, dalle coltivazioni.
Ogni giorno su internet si leggono post costernati delle signore e dei signori di Roma nord che hanno incontrato un cinghiale al confine del parco sotto casa!
Scappate dico ai cinghiali che qualche volta incontro anche io, spaesati e con gli occhi accecati dai fari delle macchine: scappate nel bosco, siete davanti al più terribile dei predatori, l’uomo, che ha distrutto quasi tutto il pianeta e non si fermerà finché non sarà riuscito a sterminarvi: dirà che siete pericolosi, dirà che deve assolutamente nutrirsi della vostra carne, ma sta solo esercitando il suo potere e il suo istinto primario alla onnipotenza.

img-20161118-wa0009
Vai via piccolo maialino selvatico, non devi fidarti dei loro modi, sono spietati e hanno armi spietate.
Nemmeno nel tuo bosco sei al sicuro, mentre stai correndo nei cespugli, sentirai gli spari, sentirai che ti sono intorno, e se non hai fortuna ti uccideranno.
Perché è legale.
Alcuni di quelli col fucile diranno che amano la natura , alcuni diranno che amano gli animali, alcuni lo credono davvero, mentre accarezzano il loro cane, e ammirano il paesaggio.
Io non ti posso ancora salvare ma ci tengo a dire che la tua morte è stata ingiusta e senza motivo e la morte senza motivo è un delitto*.

*citando Meat is Murder degli Smiths

Annunci


Lascia un commento

Il Codirosso e altri amici…

Ho deciso di costruire una mangiatoia per gli uccelli

E’ inverno fa freddo e hanno tutti fame

Ho guardato un po’ su Internet e ho trovato un sacco di modelli di mangiatoie interessanti e semplici (trovate i migliori a questi link)

Alla fine ho adottato un modello molto basic, per la cui costruzione ho adoperato:

1 sottovaso di plastica

1 accendino e un chiodo (per fare 3 buchi nel sottovaso , uno al centro e 2 sui lati del fondo)

1 vecchio filo elettrico che stavo per buttare per legare il sottovaso alla ringhiera del balcone dopo averlo fatto passare nei due buchi sul fondo

un pezzo del tronco dell’albero di prugne che era morto di freddo e una vite per sistemarlo al centro del sottovaso

Ed ecco il risultato!!!

Image

il Merlo ha scoperto la mangiatoia…

Per rifornirlo adopero:

Mangime per uccelli insettivori chiamato “GranPate‘”

I corn flakes e altri cereali che ho comprato in sovrabbondanza

Le briciole di tutti i tipi di pane/dolci …quelle di panettone con le uvette e le mandorle sono andate alla grande!!!

Vanno bene anche tutti i tipi di semi e di…insetti ovviamente, e qualcuno mi dice anche la pancetta e il lardo sono molto amati! (io non ho provato solo perche’ non li consumo al momento attuale)

Devo dire che il successo della mangiatoia e’ stato superiore a tutti le mie aspettative… la amano!!!

Ad oggi i visitatori includono: la cincia, il passero, la capinera , il merlo e soprattutto il piu’ assiduo di tutti!! Il Codirosso spazzacamino!!!

Image

il Codirosso Spazzacamino si guarda intorno circospetto prima di mangiare!

Non conoscevo nemmeno l’esistenza di questo esserino, ma e’ bellissimo e puntuale, e …adora le uvette!!!

Una mattina ha portato anche una femmina!!

Per gli uccelli del vicinato e’ diventata in breve tempo un punto di riferimento, tornano a controllare se c’e qualcosa per loro tutti i giorni, e almeno sembra, spargono la voce!

Non mi stanco mai di vedere come i piccoli esseri piu’ liberi del mondo possono interagire con noi e apprezzare i doni che gli offriamo 😉

Il Bistro’ per uccelli sul balcone e’ sempre aperto… aspetto clienti!


2 commenti

Vita con il micio

Chi vive con un animale domestico, in particolare chi vive con un gatto, sa che sono esseri che hanno pochi bisogni ma davvero necessari:

TANE e NASCONDIGLI

proprio come le persone ci si rende presto conto che anche i mici possono avere caratteri diversissimi, quindi le priorità per ognuno di loro saranno diverse: alcuni sono piu’ timorosi, e per loro e’ fondamentale riservare qualche “nascondiglio” dove possano rintanarsi quando ci sono visite di estranei in casa o quando siamo proprio noi che stiamo facendo qualcosa di spaventoso (come passare l’aspirapolvere!)

I nascondigli prediletti sono quelli da cui si vede il mondo esterno senza essere visti: torri di avvistamento in cima ai pensili, o vere e proprie tane sotto al letto o sotto i divani: non riempite quindi tutto con tappeti e scarpe! lasciate un po’ di spazio al vostro amico per appostarsi!

I gatti amano in genere i posti raccolti, e se vogliono stare in pace davvero , cercheranno qualcosa che gli ricordi il grembo materno: cosa di meglio dello spazio tra 2 coperte, o dietro una tenda? Anche i cassetti dei maglioni e le scatole di cartone sono molto attraenti per loro!

GIOCHI

Che siano giovani o vecchi poi per tutti e’ fondamentale fare un po’ di movimento: e’ vero che passano 2/3 della giornata a dormire ma davvero non potete dedicare 15 minuti della vostra giornata per giocare agli agguati con il vostro felino?!!

Gli inseguimenti fanno impazzire quasi tutti i gatti, cosi’ come gli appostamenti: nel gioco vi tratteranno alla pari  davvero, ma solo se saprete simulare SERIAMENTE di essere un gatto/topo/ essere strisciante!!! Se si gioca a nascondino badate bene a non lasciare parti del corpo visibili! Chi giocherebbe a nascondiglio con uno che non si nasconde per bene?!

Mettere un calzino pesante sul braccio per farlo mordere e graffiare al micio sarà un grande gesto di amore: non si puo’ aggredire con vera foga un inerme padrone con quel braccio nudo senza pelliccia!

PAPPA

E dopo tanti giochi ovviamente ci verrà un po’ di FAME :)) E’ ora di CENA!

Quello che di certo vale per tutti i gatti (e per le persone) e’ che la dieta deve essere il piu’ possibile varia e equilibrata.

Anche le migliori scatolette industriali e il miglior cibo secco non saranno mai sufficentemente varie, soprattutto se le marche preferite saranno sempre le stesse:

e’ fondamentale integrare le scatolette amate con almeno una porzione di carne /pesce fresco al giorno: prima si abitua il micio a mangiare queste altre cose e meglio sarà!

Direte che e’ una follia? Niente affatto, ecco una piccola lista di “porzioni di carne/pesce fresco” che non richiedono piu’ di pochi minuti e in molti casi costano anche meno delle scatolette!

1) petto di pollo al vapore: se avete un cestino x la cottura al vapore usatelo per cuocere per pochi minuti una fettina di petto di pollo: non fatelo cuocere piu’ di 3 minuti! deve essere ancora sugoso quando interrompete la cottura: dopo altri pochi minuti di raffreddamento potrete darlo al micio: piccoli bocconcini di 1 cm andranno bene: mi raccomando deve essere tiepido e sugoso!

2) Macinato: il macinato si puo’ dare crudo al micio, ma e’ FONDAMENTALE che la abbiate tenuto nel congelatore per almeno 24 ore dall’acquisto!

3) merluzzo /salmone al vapore: come il pollo, ma cuoce ancora meno!

4) wurstel di pollo: si possono dare crudi a micio, basta farne fettine di 1 cm e togliere la plastica esterna che potrebbe rendere difficile la masticazione!

5) pezzetti di pecorino  /parmigiano /mozzarella /ricotta: a gusto del micio, un po’ di formaggio lo aiuta ad andare di corpo 🙂

6) Sardine: si possono cuocere al vapore o al microonde e conservare in frigo in un tupperware: al micio possono piacere molto!

7) Tonno in scatola senza olio: a volte gli piace (e costa meno) anche il nostro “tonno al naturale”

Provare a integrare delle vitamine al cibo industriale poi non puo’ che aiutarlo: qualche goccia di Carnitina sulla pappa alla carne e di olio di fegato di merluzzo su quelle al pesce, gli faranno molto bene.

COCCOLE

A fine giornata e con la pancia piena si che insieme potrete riposarvi dalle fatiche e dal gioco sonnecchiando sul divano!

Le coccole sono sempre gradite (se il micio sta in braccio di sicuro e’ perche’ ne vuole) ad alcuni gatti piace molto un massaggino sulla pancia , che ne aiuta la digestione, e poi essere pettinati, e se e’ estate , rinfrescati con un batuffolo di cotone inumidito! (questo gli ricorderà tanto la lingua della mamma!!!)

NOTTE

E poi quando andate a dormire, lasciatelo riposare dove vuole, con voi, o ai piedi del letto o su una cuccia, o sul divano preferito…: domani mattina probabilmente sarà lui a svegliarvi, ma quello che ha fatto la notte e’ affar suo: ricordate che si tratta di animali notturni, lasciategli la possibilità di cacciare: una gattaiola, o lo spiraglio di una finestra su un balcone, o su un giardino: qualche mattina potrebbe svegliarvi tutto emozionato mostrandovi la sua preda!!!


7 commenti

Ma sai cosa ti spalmi? Dove vai se l’INCI non ce l’hai?!!

Da quando sono piccola mia mamma mi ha insegnato a lavarmi tutte le sere il viso con latte detergente, tonico e a  mettere poi la crema idratante: il suo motto e’ circa: “la vera differenza non sta in che crema metti, ma tra il metterla e il non metterla”

Negli anni ho cercato di seguire il suo consiglio: ad un certo punto ho avuto la mia crisi da primo stipendio /prevenzione rughe/duty free e sono stata per alcuni mesi in balia dei Brand:  Clinique /Este’ Lauder/ Lancome /Chanel hanno regnato su di me.

La mia pelle ha reagito in modo vario:  in particolare ricordo un rush cutaneo con bolle rosa dopo aver messo la crema “Primordial” di Lancome (l’avevo comprata in Ticino perche’ in Italia ancora non si vendeva! Sperimentale!)

BEWARE!! Toxic

BEWARE!! Toxic

Dopo aver raggiunto l’apice della follia  (vasetti smezzati di cremine da 50-100 euro che andavano a male) ho cominciato a reagire:

dapprima ho diminuito per motivi economici, poi ho cominciato a scegliere prodotti piu’ “naturali” e consolidati , diciamo meno all’avanguardia , per evitare reazioni ignote della mia faccia: mi sono avvicinata a Clarins, con il suo mondo di “formulazioni vegetali” e sono diventata rapidamente monogama: avevo tutta la filiera: crema giorno /notte/ latte detergente /tonico/ fondotinta

Poi ho cominciato a farmi piu’ domande (e a scrivere questo blog):

Quali cosmetici sono testati sugli animali?

Quali cosmetici NON contengono ingredienti testati su animali?

Quali cosmetici NON contengono ingredienti di origine animale?!

E che succederebbe se mandassi all’inferno i brand dei cosmetici e cercassi delle vere alternative che hanno le caratteristiche di cui sopra?

Sono entrate nella mia vita case cosmetiche piu’ serie e trasparenti e meno commerciali, con delle certificazioni e dei principi , come:

Weleda, Wise, Lush (attenzione qui sono i cosmetici contrassegnati dalla V sono privi di elementi di origine animale…), ultimamente ho preso lo Shampoo di Bjobi all’avena, e’ buonissimo.

Negli ultimi mesi mi sono anche chiesta:

E se ripartissimo dagli ingredienti naturali veri per nutrire la nostra pelle?!

Ho provato a idratare il viso e il corpo (dopo la doccia , sulla pelle bagnata come l’olio Johnson) con l’Olio di Mandorle della farmacia e il risultato e’ stato fantastico!! Immaginate la mia sorpresa quando sono andata in farmacia e ho scoperto che costa molto meno quello puro al 100% che quello “tagliato” con alcool e profumi vari! Incredibile vero?! (andate in farmacia e chiedete l’olio puro al 100% per “uso farmaceutico” e scoprirete che costa 3/4 euro a boccetta!) – l’olio di Mandorle (o di Argan, o di Jojoba, ancora non li ho provati) si puo’ usare anche x fare un impacco ai capelli prima dello shampoo (1/2 ora e poi lavate, e potete buttare il balsamo)

Olio di Mandorla Uso Farmaceutico Marco Viti

Olio di Mandorla Uso Farmaceutico Marco Viti

Ho scoperto il potentissimo “Burro di Karite'” : si vende in barattolini e  si scalda con le dita sul palmo della mano: dopo pochi movimenti si trasforma in una crema comodissima da applicare, che super idrata qualunque superficie dalle dita desquamate dal freddo agli zigomi ai gomiti e in piu’ cura le ustioni!! (provate a prendere la piastra dei capelli con le mani e poi spalmatelo sulla scottatura: sarà quasi come non essersi mai bruciati! ;))

Quella dei cosmetici e’ una vera Lobby, ci vende a carissimo prezzo il mito dell’eterna giovinezza, e pochi Ml di pozioni di ingredienti ignoti e tossici a peso d’oro.

Ma lo sappiamo cosa ci spalmiamo?

Nella mia ricerca , che e’ ancora agli inizi, ma che consiglio a tutti di intraprendere, ho da poco tempo un alleato prezioso: e’ un sito che mi ha consigliato una amica:

http://www.saicosatispalmi.it: su questo sito, oltre a molti prodotti interessanti , seguendo il percorso –> Forum –> Eco-Indice degli argomenti si trova il Database degli INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), gli indici dei componenti di ciascun prodotto: dalla A alla Z per marca potete vedere cosa contiene il prodotto che ogni giorno vi spalmate in faccia / sul corpo / sui capelli:

Facciamo una prova, proviamo a vedere cosa contiene un prodotto di successo da me amato in passato e che ancora adopero perche’ non e’ finito: il fondotinta Teint Heute Tenue di Clarins:

INCI Clarins

Che sono tutti quei componenti rossi?! In questo caso saltano all’occhio tutti quelli in “-ONE”: si tratta di Siliconi: “polimeri la cui struttura chimica di base è costituita da una successione di atomi di silicio e di ossigeno.” senza fare terrorismo possono creare reazioni allergiche e il loro uso (in particolare del Dimethicone) e’ sconsigliato in gravidanza e un motivo ci sarà…

Ora capisco perche’ quel  sentore di irritazione sulla faccia dopo averlo messo e il sollievo dopo averlo levato via col latte detergente (di cui devo ancora finire la bottiglia e ho quindi paura di leggere la composizione) – non lo comprero’ mai piu’

E non basta andare in erboristeria e fidarsi del bla-bla della commessa: magari e’ in buona fede ma l’Erbolario la copre di regali e finisce per consigliarti di comprare una “falsa buona” come questa crema al “polline di fiori” (falsi e bugiardi):

erbolario

In questo caso si vede che oltre al caro Dimethicone, molti rossi sono i Parabeni, da oltre 50 anni come conservanti nell’industria cosmetica, farmaceutica, e alimentare per le loro proprietà battericide e funghicide. Il loro uso quotidiano e’ contestato, soprattutto in Francia, perche’ interferiscono con il nostro sistema endocrino. 

Eppure piano piano , con l’aiuto delle informazioni in rete su un sito fantastico come questo , cambiare e’ possibile:

Dato che l’olio e il burro di karite’ sono un po’ troppo idratanti per il mio viso soprattutto di giorno ho comprato una nuova crema per il viso, questa volta dopo aver letto il sito in cui si dichiara di NON testare sugli animali e dopo aver letto l’INCI: e’ la crema “Rose Cream Light” del Dr Haushka (ne avevo sentito parlare la prima volta dal mio amico Leo Hickman, parlando della moglie…!), ecco cosa contiene:

Haushka

 

Meglio no?!! Tra l’altro ho poi scoperto che e’ famosissima tra le star (mica sceme le ragazze ;))

Mi sembra di avere finalmente piu’ strumenti per progredire: per ora il mio consiglio e’ uno solo: leggete in rete e nel DataBase che cosa avete intenzione di spalmarvi addosso, perche’ la presa di conoscenza e’ fondamentale: osserverete un enorme differenza quando comincerete ad adoperare sostanze meno ostili e piu naturali:

pelle meno irritata e piu’ rilassata, nutrita e in salute

capelli piu forti e lucidi

Non c’e da stupirsi, il corpo reagisce alle aggressioni e sa apprezzare se fate qualcosa per aiutarlo.

La ricerca e’ lunga ma sarà piena di soddisfazioni.

Lasciate alla stazione i vari colossi della cosmetica.

Buon viaggio.

Abbiamo passato gia’ troppo tempo a far finta di non vedere…

I’m nearly great / But there’s something missing / I left it in the duty free / But you never really belonged to me / You’re not the only one /Staring at the sun / Afraid of what you’ll find / If you step back inside / Not just death and dumb / Staring at the sun /  Not the only one /Who’s happy to go blind (U2/ Staring at the Sun)


Lascia un commento

2012: il Migliore ….e il Peggiore!

Visto che oggi e’ giornata di saluti perche’ se non e’ l’ultimo giorno della storia del mondo e’ per molti almeno l’ultimo giorno di lavoro /scuola /era Maya ho deciso di fare un po’ di bilanci e assegnare nel mio piccolo due titoli!

Per l’impegno e la sensibilizzazione sui temi ambientali do’ il premio alle gallerie fotografiche “Ambiente” de La Repubblica, ed in particolare a questa foto che e’ la mia preferita della, secondo me, galleria piu’ bella del 2012 :

best_2012

Il riconoscimento al piu’ Insensibile ai temi ambientali lo assegno di cuore al sindaco di Roma Gianni Alemanno per come ha gestito durante tutto l’anno la questione dei rifiuti della Capitale:

Nonostante sia stato sollecitato per mesi a trovare una discarica alternativa a Malagrotta che e’ fuorilegge da mesi, il nostro sindaco ha contestato tutti i siti alternativi, ha mentito spudoratamente millantando “risultati meravigliosi” sulle percentuali di Raccolta Differenziata raggiunte (il doppio di zero e’ zero) quando nella nostra città non ci sono nemmeno i cassonetti dell’umido e metallo vetro e plastica vanno nello stesso(!!) la raccolta per strada e’ sciatta e lenta con regolari cumuli per strada e cassonetti esplosivi e il porta a porta resta una illusione. Risultato? La soluzione(mafiosa) di Alemanno al problema rifiuti e’ usare anche nel 2013 Malagrotta e spedire l’eccedenza dei rifiuti all’estero!!! A spese nostre naturalmente 😦

Ecco qui una foto rappresentativa dell’impegno del nostro sindaco per la raccolta differenziata:

sindaco_fdg3

;

Sta buttando le lattine raccolte per strada forzando un cestino indifferenziato del centro storico!!!!

Si assegna il premio da solo!!!!!

Ora corro a prendere la metro B sperando che funzioni…dopo il blocco di 5 ore di questa mattina!Speriamo bene!!!

Buon WE pre-natalizio a tutti!!


1 Commento

Nutrire + Amare

Un piccolo aggiornamento a proposito dei cibi per animali:

la Agras Delic (Schesir, Adoc) si conferma pienamente Cruelty Free, e compare insieme ad altre case che non avevo individuato/nominato nel post precedente sull’argomento nella lista dei “buoni” dell’OIPA, trovate le liste complete qui:
http://www.oipa.org/italia/petfood/liste.html

Recentemente ho trovato il cibo umido di Almo Nature da Billa (era anche in offerta!) e quello AdoC sia da Billa che da Carrefur, peccato che in molti supermercati e nella totalità per quanto riguarda i croccantini regnino ancora indisturbati Nestlè e Mars :((

Recentemente ho trovato molto fornito (anche se infestato anche dai “cattivi”) questo sito per comprare cibo per animali online (consegna via corriere): Zooplus

Non cedete ai supermercati e alle multinazionali!

Buona ricerca!


Lascia un commento

Risoluzioni per il 2012: cosmetici Parte II

A proposito dell’eliminazione dei cosmetici testati su Animali (ovvero contenenti nuovi ingredienti di sintesi (non vegetali) testati su animali),  e’ possibile anche firmare la petizione per abolirne la vendita in Europa!!
La campagna viene dell’Inghilterra e si chiama “Say No To Cruel Cosmetics” e ha come testimonial anche Sienna Miller (grazie ;))
Potete firmare sul sito dedicato:
http://www.nocruelcosmetics.org/

Trovate altre infomazioni sulla petizione sul sito della BUAV, la lega antivivisezione British:

www.buav.org

Dal loro sito si può raggiungere anche un sito contenente una utilissima lista di marchi cruelty free e/o privi di ingredienti di origine animale:

www.gocrueltyfree.org/

in poche parole dei grandi! 🙂