Eco Log

yes we can!


Lascia un commento

Uniamo gli spezzoni di ciclabili a Roma!

Roma ha qualche pista ciclabile, il problema, che sarebbe risolvibile a basso costo, è unire gli spezzoni rendendo fruibili e sicuri percorsi molto più ampi.

Un esempio di un pezzo di ciclabile molto utile che si potrebbe realizzare a costo quasi zero è il collegamento tra il cosi’ detto parco lineare di Monte Mario (bellissima opera a livello Europeo) che percorre la ferrovia FR3 da Monte Mario a Valle Aurelia (Monte Ciocci): le rampe che scendono da Monte Ciocci arrivano all’Olimpica sotto il ponte della stazione di Valle Aurelia:

Il percorso piu’ semplice per collegare le rampe di Valle Aurelia alla pista ciclabile di via delle Milizie e’ percorrere Via Angelo Emo ( si evita di fare Piazzale degli Eroi) e poi via Andrea Doria, che ha un marciapiede largo almeno 4 metri, passando davanti al Mercato Trionfale: la pista di via delle Milizie e’ la leggittima continuazione: perche’ non rendere ciclabile, utilizzando gli ampi marciapiedi già esistenti , questo breve tragitto?

Schermata 2016-03-10 alle 15.05.04Via Angelo Emo e’ un viale con un ampio marciapiede centrale correntemente adibito a parcheggio (illegale) : basterebbe tracciare la pista su questo marciapiede, aggiungendo qualche paletto per evitare il parcheggio illegale da parte delle macchine, cosi’ come si fa in tutti i viali di Torino, ad esempio

Schermata 2016-03-10 alle 15.51.24

Per via Andrea Doria la soluzione come dicevo, sarebbe, stile Berlino, tracciare la ciclabile su un lato del marciapiedi che e’ enorme, senza danneggiare in alcun modo chi passeggia

Schermata 2016-03-10 alle 15.54.24

Il marciapiede di via Andrea Doria davanti al mercato Trionfale

Insomma noi cittadini e ciclisti urbani le proposte ce le abbiamo, speriamo che qualcuno le raccolga!


Lascia un commento

Berlino chiama Roma

Si stanno avvicinando le elezioni per il nuovo sindaco di questa città, complicata…

Roma ha tanto da imparare da Berlino, che quest’anno ho avuto la fortuna di visitare: Berlino  è  una delle città d’Europa e del mondo in cui piu’ la Bicicletta e’ un mezzo di trasporto quotidiano , forse il primo mezzo di trasporto, per i suoi abitanti.

DSC_0222

Nella sopravvivenza urbana, ho imparato che la bicicletta è fondamentale: poter fare in bicicletta il tratto di strada casa-lavoro e’ una valvola di sfogo non indifferente , rende lo spostamento un piacere, e la città piu’ vivibile, insomma riconcilia con la vita cittadina.

Cosa hanno fatto a Berlino di cosi’ speciale? Non hanno stravolto la città, semplicemente utilizzato ogni spazio disponibile per piste ciclabili, in genere si tratta dei marciapiedi piu’ larghiQuesta tecnica a basso costo ha permesso a Berlino di avere una rete ciclabile capillare, veramente fruibile per gli spostamenti cittandini: i pedoni rispettano la ciclabile , semplicemente non invadendone la sede sconfinando da quella riservata ai pedoni e allo stesso modo i ciclisti rispettano i pedoni , rimandendo nella loro corsia: difficile? Non mi sembra, penso che anche i Romani ne sarebbero felici: una semplice linea bianca, una diversa colorazione e il ciclista non rischia di investire i pedoni ne’ i pedoni di intralciare le bici!

DSC_0072

Un altro economico e semplice accorglimento adottato dal municipio berlinese per aiutare la convivenza tra pedoni e ciclisti, sui treni, e’ una misura elementare: aggiungere al treno un vagone dedicato ai cicilisti: in questo modo i ciclisti non devono invadere i vagoni degli altri cercando di incastra le loro biciclette tra le persone, di solito venendo guardati male da tutti neanche fossero clandestini o illegali: a Roma la bicicletta si puo’ portare sui treni urbani tutti i giorni e sulla metro la domenica e la sera dei giorni feriali e per chi e’ abbonato il trasporto e’ addirittuare gratis: perche’ non estendere questa misura a tutti i giorni aggiungendo un vagone dedicato ai ciclisti, magari in coda al treno?

DSC_0066-001

Si tratta di piccoli cambiamenti , che renderebbero la città più a misura dei cittadini, con meno automobili in giro, e più ciclisti (e piu’ pedoni) felici: buona pedalata urbaba a tutti!


4 commenti

La settimana della mobilità sostenibile

La mia settimana della mobilità sostenibile è iniziata in modo forzato quando in rettilineo sul gra è esploso (o almeno cosi sembrava) il motore della macchina! Così invece di rimandare e tergiversare a mollarla è stata lei a mollare me e finalmente mi sono fatta una bella intera settimana a piedi! I tragitto casa lavoro l’ho percorso in : bus+metro+treno, navetta all’alba , metro +2bus, passaggio di amici in macchina: alla fine posso dire che è stato faticoso ma assolutamente social! anche se bardati dietro gli scudi-smartohone sui mezzi ci sono altre persone, e volenti o nolenti(prima o poi le vite a candy crush finiscono! ) ognintanto si scambia qualche parola , senza contare che se arriva una telefonata di amici si puo deviare e fare un aperitivo , tra un treno e l’altro si può fare una passeggiata in un tempio del gusto come eataly! il fine settimana poi ho preso direttamente la bici come mezzo di trasporto …che bello pedalare liberi come il vento! Ci è uscita anche una passeggiata di shopping in centro con il vecchio tram mi ha fatto scoprire che via del Babuino è finalmente pedonale che  il 913 è pieno gia quando parte allo stazionamento e che dal 22 settembre a roma è cambiata mezza viabilità dei mezzi: forse andra meglio? Saremo meno sardine ? Speriamo! Comunque una cosa è certa fuori dalle nostre utilitarie-acquari si è più leggeri meno isolati insomma piu vicini (in tutti i sensi!) e piu vicini alla propria città… ne vale la pena! Ecco qualche scatto dalla mia settimana sostenibile…giudicate voi!

image

image

 

 

image

image


3 commenti

Programma per il Trasporto Pubblico e la Mobilità

In questi giorni si parla di cambiamento,  di priorità e di programmi in pochi punti per cambiare l’Italia.

A Roma si parla anche delle prossime elezioni Comunali, che si avvicinano…

Ispirandomi a questa atmosfera , ecco il mio personalissimo Programma per il Trasporto Pubblico e la Mobilità per Roma, che per tanti anni ho maturato, e che NON presentero’ in nessuna giunta comunale, ma se qualcuno si vuole ispirare e’ benvenuto…!!

1) Potenziamento della Metropolitana, con priorità assoluta all’allungamento della linea B della Metropolitana fino al GRA e in un secondo tempo fino a Settecamini.

2) Potenziamento delle linee urbane della Ferrovia: FR-1 e FR-3 con potenziamento del numero di corse nelle fasce orarie di punta (aumento della frequenza da 15 a 7 minuti) e con la garanzia del servizio con corse fino alla chiusura del servizio Metropolitano (fino alle 23: 30 dal Lun-Gio e fino all’1.00 il Ven-Sab

Ferrovia-Roma-Nord-folla_full

3)Facilitazione del servizio treno+bici sui treni urbani con parcheggi per le biciclette nelle stazioni urbane e vagoni dedicati al trasporto delle biciclette.

4)Presidio delle stazioni con personale (servizio di biglietteria, controllori, guardie) fino a tutta la durata del servizio

FERROVIE, CODICI: DEGRADO E ABBANDONO IN STAZIONI LAZIO - FOTO 3

5) Completamento di una rete completa di Piste ciclabili, ben collegate alle stazioni del treno urbano e delle metropolitane, su tutto il territorio della città: ciclabilizzazione delle vie Consolari, completamento di un’anello ciclabile interno al GRA,

6) manutenzione dei parchi e delle aree verdi in tutti i quartieri per renderle fruibili e adoperabili per collegamenti a piedi / in bicicletta

7) Revisioni dell’imposta Bollo Auto con i criteri di: – Riduzione dell’imposta per la prima auto di proprieta
– Imposta proporzionale alle emissioni di CO2 della vettura
– Detrazioni sulla imposta di bollo per chi ha percorso MENO di un certo numero di km (es. 10.000) in un anno e ha l’abbonamento ai mezzi pubblici

8) Incentivi a chi fa l’abbonamento annuale ai mezzi pubblici come la detrazione del 19% nel 730 (qualche anno fa’ c’era ma l’hanno subito tolta!), le detrazioni sul bollo auto (vd il punto sopra)

A proposito del punto 2) leggo con favore questo articolo circa il potenziamento del servizio sulla FR-3 (incredibile!!) di cui vi documentero’ la realizzazione nei prossimi mesi: per il momento la situazione del servizio urbano dei treni regionali e’ tragica, come emerso dalla ultima inchiesta sul pendolarismo in Italia

Per le altre idee, per ora sono sogni , ma non mi sembrano ne’ irrealizzabili ne’ troppo costosi per il Comune

Che ne dite?!